Loris Kyburz conquista l’Ultimate Cup

Serie Ultimate Cup. Loris Kyburz vince il campionato e sogna la Formula 3 regionale.

Il giovane Bevaisan ha vinto all’inizio di dicembre il campionato Ultimate Cup Series nella categoria monoposto Formula Renault 2.0, per la sua prima stagione completa in circuito. Un risultato più che promettente per il pilota. Uno sguardo al suo viaggio alla vigilia di nuove sfide.

Loris Kyburz ha fatto i suoi primi giri nel 2018, all’età di 16 anni. All’epoca praticava il kart solo per svago, con la sua famiglia. Ha avuto la passione per le automobili da suo padre, proprietario di un garage a Bevaix (NE), da dove proviene la famiglia.

Prima gara in TTE e primo podio

All’età di 16 anni, quando iniziò un apprendistato in orologeria, il giovane risparmiò per permettersi uno stage in Formula Renault sul circuito dei piccoli club di Magny-Cours, in Francia. Alla fine di questa giornata si è piazzato al 4° tempo, tra i piloti di kart, rally e Formula. È la prima volta che sale in macchina… È invitato a riprovare qualche settimana dopo. E il talento del Bevaisan è confermato. Quindi tutto è collegato: “Ci siamo messi in piedi con Christophe Hurni, del Team Sports-Promotion, guidando sui circuiti principali per valutare il mio livello e possibilmente iniziare a correre nel 2019”, afferma il giovane pilota. Alla fine del 2019 ha partecipato ad un fine settimana di gare nel campionato francese del Trophée Tourisme Endurance (TTE). Raggiunge il suo primo podio conquistando il terzo posto. L’anno 2020 riserva a Loris Kyburz e al suo Team un posto nella Ultimate Cup Series. Sono previsti sei giorni di allenamento e due weekend di gare. “Nel corso dell’anno sono stato in grado di aumentare il budget necessario grazie a sponsor e partner”, afferma Loris. Dopo le prime due gare, ero primo in campionato. Così, con il Team, abbiamo deciso di fare un terzo round. Ma un incidente nella prima gara del weekend mi ha privato delle altre due e ho perso parecchi punti. »

Le successive gare iscritte in campionato si svolgono troppo lontano e Loris non ha il budget necessario. “Non potevamo permettercelo. aggiunge il giovane pilota. Ma la situazione sanitaria costringe gli organizzatori ad annullare i tre round in programma all’estero. L’ultimo round, sul circuito di Castellet, in Francia, si svolge all’inizio di dicembre. Loris arriva secondo in campionato, a otto punti dal primo. “È stato davvero un weekend speciale. Non avevo niente da perdere, ci sono andato con quella mentalità. E ha pagato. A pari punti con il compagno di squadra David Kullmann, Loris ha registrato più vittorie e quindi è arrivato primo in campionato. “Ho provato molta felicità, ero molto contento di me stesso e della mia prestazione. »

Vorrei ringraziare tutti i miei attuali partner e sponsor, che
supportami in questa avventura automobilistica.

Qual è il prossimo? Attualmente è molto incerto. Loris non ha il budget necessario per impegnarsi nella Formula 3 regionale, il logico seguito del suo risultato in questa stagione. “Bisogna crederci. È tanto più complicato vista la situazione attuale, ma se vogliamo possiamo arrivarci. La stagione dovrebbe riprendere ad aprile e le prime corse a marzo. Fino ad allora, Loris spera di riunire nuovi sponsor e partner per poter partecipare alla Formula 3 regionale.
Allo stesso tempo, Loris continua il suo apprendistato, che dovrà completare nell’agosto 2021. Il 19enne spera di poter unire le sue due passioni. “Sto cercando nuovi partner per la prossima stagione. Ma prima vorrei ringraziare tutti i miei partner e sponsor
attuali, che mi supportano in questa avventura automobilistica: Karoline: Cédric Mivelle; Assicurazioni Zurigo: Walter Tosalli; ACS Neuchâtel; Stalla delle tre travi; Motorex; Guida nella scuola guida: Christophe Wiedmer; Carrozzeria Hago; Apollo’otz; Zambon micromeccanico; Sky Automobili e Sport-promozione. »

 

Margot Hairon

Giornalista – www.sport-auto.ch

Loris Kyburz → in tenuta da pilota

Loris Kyburz
Share Post