Katrin Rau di Touring Garage condivide la sua passione e rivela le tendenze attuali e future delle auto d’epoca.

[{wpml_trans_unit_5_0_0_-1_0} type=”{wpml_trans_unit_5_0_0_-1_1}” color=”” background_color=””]Vorremmo[/{wpml_trans_unit_5_0_0_-1_0}] dare seguito al nostro precedente numero di Legends Magazine, che era dedicato alle donne.
Questa volta il magazine vi invita a conoscere una donna altrettanto interessante che prosegue l’attività di famiglia con grande successo. Katrin Rau gestisce Touring Garage con sede a Oberweningen, nell’entroterra zurighese. Touring Garage è uno dei più grandi garage per auto d’epoca della Svizzera e la sua storia risale al 1977, anno della sua fondazione. Nel 2011 la figlia rileva l’azienda dal padre Peter Rau e gestisce le vendite e l’officina interna, insieme all’esperto meccanico Mario Niffeler e alla terza persona del gruppo Yvonne Marchesi, che si occupa dell’amministrazione e delle vendite.

Le auto d’epoca, sia giovani che d’epoca, sono strettamente legate al fascino e alla passione.
La signora Rau ha quell’entusiasmo ed è meraviglioso parlarne con lei.

LEGENDS MAGAZINE: Grüezi Sig.ra Rau, grazie per averci dedicato il tempo per questa conversazione, come sta il Touring Garage?

KATRIN RAU: Stiamo andando molto bene. Siamo molto soddisfatti dei risultati aziendali di quest’anno e abbiamo superato bene la “crisi Corona”. Siamo lieti di vedere che i veicoli da collezione sono ancora molto richiesti. Poiché disponiamo di una gamma molto ampia e variegata, possiamo sempre fare affidamento su un segmento di mercato. Nella nostra vasta esposizione troverete un Topolino o un vecchio Maggiolino, oltre a una Porsche, Aston Martin o Ferrari.L’assortimento comprende solitamente da 50 a 70 veicoli. Puoi trovare nuove auto classiche lì quasi ogni giorno. I nostri clienti, di tutte le età, sono quindi anche molto diversificati e distribuiti su un’ampia area geografica.

LEGENDS MAGAZINE: La signora Rau, che dice un’auto d’epoca, dice di avere una passione molto particolare per le automobili. Qual è il tuo momento più bello in una macchina del genere?

KATRIN RAU: Per me, il momento più bello in un’auto d’epoca è quando la guidi attraverso la campagna. Un’auto classica ha il suo posto sulla strada – questo è quello che penso. Ritroviamo il classico sound del motore, siamo di nuovo molto vicini alla meccanica e l’esperienza di guida è ottima. Deceleriamo anche automaticamente e ci godiamo la guida e il paesaggio. Naturalmente, anche la manutenzione ne fa parte e personalmente sono sempre affascinato dalle storie che si celano dietro un’auto del genere.

LEGENDS MAGAZINE: La signora Rau, che dice un’auto d’epoca, dice di avere una passione molto particolare per le automobili. Qual è il tuo momento più bello in una macchina del genere?

KATRIN RAU: Questa vettura è nella nostra famiglia da oltre 15 anni. Circa 2 anni fa sono stato in grado di riaverlo da mio padre. Quindi abbiamo già fatto molti viaggi lunghi e rally con questo 356. Questa macchina mi ricorda sempre mio padre. Da allora ha comprato un’altra roadster, ma una BT6. Questa vettura è stata restaurata, telaio nudo, molti anni fa ed è ancora oggi in ottime condizioni. La sua forma, la sua meccanica semplice e la sua affidabilità lo rendono un prodotto ideale per me. Semplicemente un grande classico.

LEGENDS MAGAZINE: Parliamo del futuro dell’auto d’epoca. Qual è l’attuale sviluppo di youngtimer e oldtimer e chi sono i clienti attuali e futuri?

KATRIN RAU: Siamo nel mezzo di un passaggio generazionale e si vede. La vecchia generazione tende a diminuire e questo porta a un più forte arrivo di questi veicoli sul mercato. I veicoli degli anni ’40, ad esempio, sono estremamente difficili da vendere perché i clienti sono sempre meno da quando scompaiono (muoiono o non possono più prendersene cura). Ciò sarà meno vero per i veicoli speciali, ad esempio i veicoli emblematici. Ma con le berline a quattro porte, ad esempio, diventa sempre più difficile. Invece, la generazione più giovane sta improvvisamente acquistando auto degli anni ’80 o addirittura dei primi anni ’90. Per la vecchia generazione, queste non sono auto classiche, ma per la clientela “nuova” lo sono.

LEGENDS MAGAZINE: Cosa ne pensi della trasformazione delle auto d’epoca in veicoli elettrici?

KATRIN RAU: In questo momento non significa nulla per me. Troppe emozioni andrebbero perse. Ho bisogno del suono del motore e anche dell’odore di benzina e olio. Fa tutto parte della definizione stessa di un’auto classica. Ma è del tutto comprensibile che alcune persone stiano già convertendo le loro auto classiche in auto elettriche. Probabilmente vedremo altri casi simili in futuro.

LEGENDS MAGAZINE: Quale auto consigli per un appassionato di giovani e quale per un classico appassionato di oldtimer?

KATRIN RAU: In primo luogo, chiariamo le esigenze del cliente. Ad esempio: due o quattro posti, cabriolet o chiusa, manuale o automatica, ecc. e possiamo quindi consigliarlo esattamente sulle sue esigenze. Anche il budget gioca un ruolo. È molto importante che tutti acquistino un’auto in base alle proprie esigenze. Dovresti sentirti a tuo agio e al sicuro, solo allora potrai guidare la tua auto. Avere un’auto d’epoca a casa, in garage, è meno divertente.

LEGENDS MAGAZINE: Finalmente, da quando sono ripresi gli eventi di auto d’epoca, quale evento ti piace di più?

KATRIN RAU: Per me è ovvio: le manifestazioni dei classici raggiungono il culmine quando i veicoli sono in azione. Pertanto, sono i rally che mi interessano di più. Naturalmente le fiere sono importanti anche per Touring Garage, perché ci permettono di entrare in contatto con nuovi clienti e di conoscere tante persone del settore. Alla fine di ottobre saremo presenti al mercato delle auto d’epoca e dei pezzi di ricambio a San Gallo. E dal 4 novembre Touring Garage sarà presente anche al Salone dell’auto d’epoca di Zurigo.

“Un’auto classica ha il suo posto sulla strada. » KATRIN RAU

Share Post
Written by